Villa San Giovanni(RC) via Torre Telegrafo
telegraphroadstudio@gmail.com

Coez: “Vado controcorrente”

Coez: “Vado controcorrente”

“Mi sono impegnato tanto in questo periodo ma mi è mancato il motivo principale per cui faccio questo lavoro, suonare. Ora riparto dai palazzetti, proponendo quasi 30 canzoni… non vedo l’ora”. Lo dice accennando un sorriso Coez, il cantautore/rapper di origine campana, cresciuto a Roma, che con tre anteprime nella Capitale, il 28, 29 e 31 maggio al Palazzo dello Sport (già Palalottomatica), dà il via al nuovo tour che dopo una pausa estiva riprenderà dal 29 settembre all’Arena di Verona, per proseguire fino a dicembre.
Tra le tappe: Torino, Ancona, Assago (Mi), Livorno, Firenze, Casalecchio di Reno (Bo), Acireale (Ct), Napoli e Bari. Concerti costruiti sull’intero percorso artistico di Coez (all’anagrafe Silvano Albanese, classe 1983), che festeggia quest’anno dieci anni di carriera solista: il suo quinto album, E’ sempre bello, ha debuttato a fine marzo, direttamente al primo posto in classifica. Rispetto a 10 anni fa la scena musicale italiana è molto cambiata, rap e giovane cantautorato hanno più attenzione: “C’è chi dice che ci sia un pre Coez e un post Coez. Non so se sia così ma un contributo penso di averlo dato. Il mio percorso credo sia a se’, non ho mai seguito l’esistente, le mode. Sono sempre andato controcorrente”. La cosa più bella che ti dicono i fans?

LEGGI DI PIU SU ANSA.IT

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
INSTAGRAM