Villa San Giovanni(RC) via Torre Telegrafo
telegraphroadstudio@gmail.com

Cyrano: “Promessa”, l’amore al tempo delle migrazioni

Cyrano: “Promessa”, l’amore al tempo delle migrazioni

Disponibile in streaming e digital dowload “Promessa” (Jonio Culture), il nuovo singolo del cantautore catanese Carlo Festa, in arte Cyrano, che anticipa l’album di debutto, “Atto Primo – Il Faro dei Perduti”, in arrivo nei primi mesi del prossimo anno.

Il brano è accompagnato da un videoclip realizzato da Luca Condorelli visibile su YouTube

“Promessa – spiega Cyrano – è una canzone che racconta l’amore al tempo delle migrazioni e delle innumerevoli, inaccettabili morti nel Mediterraneo. L’ho scritta pensandola come un racconto politicamente sentimentale. Quando ci si riferisce alla politica si compie spesso l’errore di confinarla nella sua missione istituzionale o storicamente partitica. Nulla come la politica, invece, ci chiama a rispondere umanamente e sentimentalmente. Mi fa specie pensare al processo semantico che subiscono le vittime dei naufragi: prima di morire vengono spersonalizzate della loro umanità e diventano semplicemente “migranti”. In altre parole, una cosa tra cose. Scrivendo Promessa – conclude il cantautore catanese – ha provato a vivere la loro condizione. In un solo testo, in una sola umida lettera, il racconto di un estremo gesto d’amore”.

Cyrano, ovvero Carlo Festa, Inizia il suo percorso cantautorale nel mese di Gennaio 2013, incidendo, in circostanze amatoriali, l’embrione di uno stilema di canzone pop/impegnata, per mezzo della quale inaugura l’inizio della sua ricerca verso la sua identità stilistica. Dopo un paio d’anni vissuti tra le ombre di un rifugio entro il quale prendevano vita le sue produzioni; e le piazze ambite, nelle quali tentava di tracciare il profilo ipotetico di un eventuale pubblico, nel 2014 riesce a riunire a sé un manipolo di professionisti, al quale concederà lo spazio necessario per dar vita e forma concreta al suo umile canzoniere. I primi passi vengono compiuti anni più tardi, nella partecipazione a vari festival di cantautorato e musica inedita, come il Tour Music Fest 2016, nel quale, tuttavia, riesce a garantirsi soltanto l’accesso ai quarti di finale.

Nel frattempo, l’idea di un prodotto completo diventa necessaria, non tanto per ragioni di vetrina, quanto per esigenze artistiche che potessero dare concretezza a tutte quelle canzoni sino ad ora arrangiate. Così nacque l’idea del primo album “Atto Primo – Il Faro dei Perduti”. Ad introdurre quest’ultimo, un EP contenente tre brani “Proemio”, che riassume l’esperienza musicale vissuta assieme ai primi compagni di viaggio di Cyrano.
Questa parantesi temporale, lo vede impegnato nell’apertura di vari concerti presso importanti spazi locali come il Teatro Coppola di Catania, per i Miqrà, capitanati da Giovanni Timpanaro, con il quale condividerà volentieri più di un palco; e in dimensioni concertistiche interregionali, condividendo il palco dell’Arci Chinaski di Sermide, assieme all’amico cantautore Massimiliano Cranchi. Partecipa a svariati concorsi come
l’ArtRockMuseum di Bologna, nel quale accusa un sonoro giudizio sprezzante, poco giustificato dalla giuria stessa; e al Lennon Festival di Belpasso ove, contrariamente al precedente, si aggiudicherà due premi insieme a Giovanni Timpanaro – Miglior Testo in gara, Premio Discografico consegnato dall’Etichetta indipendente Jonio Culture -.
Il tema ricorrente nella stesura dei brani è prevalentemente a sfondo sociale: ovvero, basato sul tentativo sostanziale di comunicare il riscatto sociale a un pubblico generazionale privato di riferimenti culturali; molto accentuata è la riflessione sulla questione mediorientale, per la quale, lo stesso cantautore, ammette quanto il suo interesse si concentri maggiormente su determinate tematiche

Cyrano sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *