Villa San Giovanni(RC) via Torre Telegrafo
telegraphroadstudio@gmail.com

Lamine

Lamine

Attrice e cantautrice: c’è anche molto altro nella personalità di LAMINE, nome d’arte di VIVIANA STRAMBELLI, freschissima trionfatrice al PREMIO FABRIZIO DE ANDRE’ 2020 con NON È TARDI e già pronta a fare rotta su Sanremo per partecipare ad ATTICO MONINA, il format che il noto giornalista Michele Monina organizzerà in contemporanea con il Festival. Un gradino ulteriore da salire per Viviana, che si è già fatta spazio attraverso i riconoscimenti ottenuti in alcuni dei premi per cantautori più prestigiosi della Penisola.
Quello che mi ha colpito – racconta Viviana – è che un progetto così indipendente, così privo di compromessi, così libero, che non strizza l’occhio a nessun tipo di dinamica né commerciale né artistica di un determinato tipo possa vincere un premio istituzionale e storicamente cantautorale… Questo mi dà la speranza che si possa veramente, pur rispettando la propria idea artistica trovare una risposta all’esterno che non mi aspettavo assolutamente… È un senso di libertà. Per la prima volta durante il mio percorso artistico mi trovo a pensare che le due cose possono andare insieme: posso fare quello che voglio e ciò che faccio può essere recepito anche all’interno di qualcosa che sembra così strutturato. Non mi aspettavo di essere così libera e così capita.
E poi ovviamente il fatto che quando intraprendi una carriera del genere stai sempre correndo un rischio e stai sempre in qualche modo mettendo a repentaglio un equilibrio e delle certezze. Sicuramente è un’enorme carezza, un’enorme motivazione a continuare questo percorso, che è fatto semplicemente di resistenza.
E quando questo viene premiato dà un grandissimo senso al lavoro, all’impegno, quindi sono fierissima… Mi ha stupito che Dori Ghezzi, la moglie di uno dei miei cantautori preferiti, che conosce tutta la musica italiana dagli anni Sessanta in qua possa aver detto: “Voglio sentire tutte le tue cose”. Viene da una voce autorevole e da una persona che è un pezzo di storia… Non posso che essere onorata. La trasgressione e il rispetto di se stessi e contemporaneamente il rispetto istituzionale…

il 24 gennaio scorso è anche uscito il nuovo video : “Penna Bic”

Il video del brano è stato giraro dal regista  Kristoph Tassin : “La bellezza di un brano potente è che aggrega la gente. Era da molti anniche non giravo un video clip, e se ho deciso di farlo per Lamine è unicamente perché il pezzo mi piaceva molto. Questa è anche la ragione per cui tutta la troupe e i coproduttori hanno aderito al progetto. E stato un impegno collettivo di creatività,al di fuori di logiche di mercato, in cui ognuno ha volontariamente portato la propria professionalità e tempo lavoro verso una destinazione emotiva, un luogo musicale che tutti desideravamo conoscere ed interpretare.

Certo, sapevo che con Viviana, avrei potuto ottenere e dirigere un’interpretazione che di norma raramente s’incontra nelle cantanti e autrici italiane. Anche per questo ho scelto di girare in teatro di posa a Cinecittà, cosi da mantenere il controllo su intimità ed efficacia. Con Viviana abbiamo prima fatto un lavoro di analisi e origini del testo, cosi da creare una sorta di scaletta drammaturgica da poter mutare in immagini. I ltesto, ci ha portato verso una rappresentazione metaforica dei molteplici personaggi interni coinvolti nella vicendada cui nasce il brano. Per questo la decisione di usare il make-up facciale come maschera che rivela piùche copre. Cosi come le scelte di costumi che, anche se definiti cromaticamente, restano vaghi nella loro epoca e mond idi riferimento. Il tema centrale del racconto è stato dunque integrato come un DNA in tutte le interpretazioni tecnico-creative di ogni capo reparto di fotografia,montaggio, macchinismo, acconciature, trucco, costumi, operatori macchina e Regia. Come ho spiegato a Viviana fin dal primo momento, l’importante era creare un racconto emotivo di cui lei sarebbe stata il centro, come una sorta di presentazione al mondo di Lamine senza orpelli e sovrastrutture, un playback frontale solo basato su di lei e i contenuti del testo.A volte le stelle si allineano per un progetto e un piccolo miracolo di gentilezza, creatività e professionalità avvolge una grande autrice e un suo bellissimo testo. Questo è il videoclip di Penna Bic.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *