Villa San Giovanni(RC) via Torre Telegrafo
telegraphroadstudio@gmail.com

Miqrà

Miqrà

I Miqrà nascono dalla scena musicale indipendente della Sicilia orientale nel 2012. Nell’Agosto 2017, dopo lunghe sessioni live, entrano in studio affiancati dalla produzione artistica di Carlo Barbagallo per registrare il loro primo disco: Ultimo piano senza ascensore.
Il disco è il frutto di un lungo percorso le cui radici sono immerse nel mondo del cantautorato ma con riferimenti elettronici pregni di indie rock.
“Ultimo piano senza ascensore” è un disco costruito in un periodo lungo quattro anni, scalino dopo scalino. Sono diverse le strade che hanno influenzato questo album ispirato alle periferie ed a chi le vive, scritto tra Catania, Roma e Siracusa con lo sguardo del cantautore Giovanni Timpanaro rivolto alla lirica d’oltreoceano di Tom Waits e le sonorità scure e spesso incentrate sul concetto di loop sviluppate dal polistrumentista Mario Giuffrida che ha curato tutta la parte ritmica (basso e batteria) e l’esperienza di Gaetano Santagati alle chitarre e lap steel.
L’intero album è stato registrato da Arsonica a Siracusa (casa adottiva della band) con la produzione artistica di Carlo Barbagallo. Le nove tracce del disco rappresentano questo lungo percorso in cui le sonorità della band passano dal cantautorato nostrano al mondo elettrico post rock. L’uscita del disco (28 Febbraio 2018) è anticipata dal singolo “Delay” uscito a Dicembre 2017.
Nel Settembre del 2019 partecipano alle sedicesima edizione del Lennon Festival in collaborazione con il cantautore Cyrano, il brano in concorso, dal titolo “Futuro”, accoglie i favori della critica vincendo il premio della giuria per il miglior testo ed il premio discografico assegnato dall’etichetta discografica Jonio Culture.
Proprio con quest’ultima etichetta iniziano una collaborazione, Jonio Culture produce e
distribuisce infatti il singolo della band dal titolo “Ti sveglierò in Aprile”.

 

Il brano interamente registrato presso gli SharkLair Recording Studio e mixato da Antonio Torresi rappresenta una svolta per la sonorità della band, messo da parte infatti il sound post rock che ha caratterizzato l’album d’esordio “Ultimo piano senza ascensore”, questo singolo risulta spogliato da tutta l’elettronica lasciando spazio a suoni crudi di chitarra e lap steel. Il testo è un inno alla ribellione, un invito all’amore nonostante lo sbiadire della bellezza intorno a noi. Le immagini del brano sono spaccati della realtà vissuta dall’Italia in questo periodo storico, narrate in modo diretto e disincantato, il brano però non è un racconto di rassegnazione anzi, al contrario, è un urlo di rinascita.

Il videoclip di questo brano è stato realizzato dal regista Gianluca Ricceri e girato per intero tra le caratteristiche vie di Caltagirone.

Dalla prossima settimana i Miqrà antreranno a far parte delle programmazione di Telegraph Road Radio…. stay tuned

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM