Villa San Giovanni(RC) via Torre Telegrafo
telegraphroadstudio@gmail.com

Paola Costantini

Paola Costantini

Buona vigilia di capodanno a tutti i lettori del Blog. Oggi vi presentiamo una nuova amica dello Spazio Emergenti di Telegraph Road Radio: Paola Costantini, cantautrice e attrice di Leggiuno (VA)

Paola inizia a studiare musica e solfeggio all’età di 6 anni. A 9 anni inizia a studiare sax e a fare i primi concerti con la Filarmonica Concordia di Leggiuno e Caravate, anche se la sua passione è il canto infatti, fin dalla prima elementare, è solista nei vari saggi di fine anno. 

A 14 anni compra la sua prima tastiera per imparare a suonare le sue canzoni preferite. Dopo essersi diplomata al liceo linguistico, inizia a studiare pianoforte classico per completarsi artisticamente. Lo stesso anno inizia a studiare anche canto moderno per perfezionare la sua tecnica vocale e danza contemporanea.
Attirata dal mondo dello spettacolo e dell’intrattenimento, lavora nei villaggi turistici, dapprima come animatrice per bambini, poi sportiva, istruttrice di tiro con l’arco, coreografa,
cantante di pianobar e capo villaggio. Qui impara a stare sul palco e ad esibirsi davanti ad un pubblico sempre diverso ed esigente.

Dopo l’avventura dei villaggi turistici frequenta e si diploma all’Accademia di Stresa,  studia danza moderna, contemporanea ed  hip-hop.

Durante gli anni di accademia lavora con il gruppo “Le Kare-oche”, partecipando a diversi spettacoli in giro per l’Italia e a programmi televisivi su varie emittenti:  ANTENNA 3, TELELOMBARDIA, TELERAMA.

Con “Le Kare-oche” conduce un programma televisivo dedicato a giovani talenti su un’emittente locale e partecipa a trasmissioni radiofoniche su RTO e RWS.

Partecipa al musical e allo spettacolo teatrale “Le emozioni di Vera” del regista D. Lagostina come cantante e attrice.

Nel 2009 lascia “Le Kare-oche” per seguire la strada di cantautrice.

L’anno seguente fa parte del gruppo vocale C&C che si esibisce in uno spettacolo musicale di cover e brani inediti, in teatri, piazze e convention. In questi anni scrive diverse canzoni con il produttore Dario Lagostina sia in italiano che in inglese, e alcuni testi in collaborazione anche con Alan Rossi. Sul suo canale Youtube si possono trovare i video delle sue canzoni e alcune esibizioni live. Per lei è importante salire su un palco per dare i propri messaggi al pubblico, ma è anche importante far divertire la gente attraverso la sua ironia. È stata vocalist di alcuni jingle pubblicitari. Ha inciso le canzoni del suo cd e girato i relativi video e attualmente sta scrivendo nuovi brani con il produttore Dario Lagostina.

Quando salgo su un palco è per dire qualcosa, per esprimere la mia arte, le mie convinzioni e le mie emozioni, non voglio essere perfetta come uno strumento musicale, non mi importa stupire il pubblico che mi ascolta, affascinandolo con la mia voce. Preferisco arrivare alla gente, coinvolgerla e soprattutto essere empatica. Infatti gli artisti hanno la fortuna di poter condividere esperienze belle e brutte attraverso la propria arte, creando un legame emozionale con il pubblico.”

Nei suoi testi racconta le sue passioni, le sue emozioni, ma attraverso il sarcasmo, parla anche di problematiche culturali, come fa in 40 pounds and 20 pence dove tratta il tema della vendita delle donne. Attraverso la sua arte Paola vuole trasmettere messaggi empatici rivolti alle donne, spesso sottomesse a una cultura fortemente patriarcale, rendendole insicure, bisognose di attenzioni maschili ed in continua competizione fra loro stesse. Paola sostiene che l’arte sia il mezzo migliore per mostrare la propria verità emotiva, senza provare il bisogno di maschere che la vita e la paura del giudizio ci spingono ad indossare, come canta in Everytime you feel. Nel brano Prigioniera come sei, che da il titolo al suo EP, parla a coloro che sono prigionieri delle proprie paure e di quello che molti definiscono “amore”, ma che invece è un mix di gelosia e possesso.

Nel suo ultimo brano Ora so dire addio, uscito da poco, ma con un ottimo riscontro da parte del pubblico, parla della voglia e del coraggio che bisogna avere per chiudere col passato e dire “addio” a situazioni e a persone che non ci rendono più felici. Come in tutti i suoi brani Paola preferisce non essere diretta, ma utilizza uno stile che da la possibilità a chi ascolta di interpretare liberamente i suoi testi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *